• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram

Al museo Officina Rancilio un pranzo rinascimentale per celebrare Leonardo

In queste prime settimane del 2020 a Prabiago, presso il museo Officina Rancilio, è stata organizzata una bella iniziativa con protagonisti gli studenti del territorio di tutte le età. E' stato  proposto ai bambini di seconda elementare di tutte le scuole di Parabiago uno spettacolo teatrale incentrato sulla figura di Leonardo da Vinci ideato ed interpretato dagli studenti dell’Istituto Olga Fiorini di Busto Arsizio.
“Si tratta di un’esperienza che rientra nel progetto di alternanza scuola lavoro dedicato alle scuole superiori;” spiega Francesca D’Angelo, responsabile del museo, “questo è il secondo anno che collaboriamo con l’Istituto Olga Fiorini ed in particolar modo con gli studenti del Liceo delle Scienze Umane Progetto Spettacolo.”
Per questa seconda collaborazione si è pensato di portare in scena, e a tavola, un pranzo rinascimentale con Leonardo da Vinci. Nel corso dello spettacolo gli studenti dell’Olga Fiorini faranno conoscere i tanti talenti del genio del Rinascimento italiano, tra cui quello non molto conosciuto di cuoco.
“Non sono in tanti a saperlo, ma Leonardo era un grande appassionato di cucina;” ci dice D’Angelo, “per esempio, tra le sue invenzioni ci sono molti utensili pensati per facilitare la vita dei cuochi. Addirittura, assieme a Sandro Botticelli aprì La locanda delle tre rane, un ristorante in cui i due artisti proponevano piatti sperimentali”.
Il Leonardo che i bambini di Parabiago incontreranno in questi giorni è l’attore e regista Davide Marranchelli, che ha aiutato gli studenti coinvolti a dare forma allo spettacolo con lezioni di teatro e altre dedicate all’impostazione del copione. Ad eccezione di Marranchelli, però, a salire sul palco sono solo i ragazzi delle classi II e III del liceo, bravissimi sia nell’improvvisazione che nell’interazione con il professionista.
A rendere ancora più interessante e particolare questa iniziativa del museo Officina Rancilio è stato il pranzo rinascimentale servito a tutti i partecipanti al termine dello spettacolo. Ad occuparsi della ristorazione il Gruppo Pellegrini s.p.a. che ha ideato il menù a base di zuppa di orzo e patate e pollo, da mangiare rigorosamente con le mani come si faceva nel 1500.
Fonte: SempioneNews

11/02/20
Categoria: Associazioni

Tipologia: Dalle associazioni